Strategie

La corsa al titolo di turchia: analisi delle squadre di Super Lig.

6 Mins read

Appena tre mesi dopo che il Beşiktaş ha strappato lo scudetto al Galatasaray all’ultimo giorno della stagione, la Super Lig è già tornata ed è pronta per l’azione. I campioni in carica hanno aperto la stagione 2021/22 con una vittoria per 3-0 sul Çaykur Rizespor ed il campionato, che pullula costantemente di giovani talenti oltre che di grandi nomi, promette di essere un’altra fonte di intrattenimento fondamentale per gli appassionati di Sorare.

Beşiktaş

Il Beşiktaş è probabilmente l’unico dei tre big che non ha modernizzato la propria strategia di reclutamento. Gli Eagles continuano a scommettere su giocatori famosi, o meglio veterani che hanno poco o nessun valore di rivendita. Oltre a questi giocatori, come Jermain Lens, ci sono anche giocatori che arrivano dopo anni di declino e con poca fiducia alle spalle.

Uno di questi giocatori è Rachid Ghezzal, che si è unito al team dopo i deludenti periodi a Monaco, Leicester e Fiorentina, e che è diventato il miglior giocatore in Turchia registrando 8 gol e 17 assist. Gli acquisti di Alex Teixeira, Kenan Karaman e Mehmet Topal danno l’impressione che la squadra di Sergen Yalcin raggiungerà un grado di stabilità maggiore in questa stagione.

Galatasaray

Fatih Terim avrà il suo bel da fare nel suo quarto anno consecutivo alla guida nel suo terzo periodo con i Lions. Il nuovo direttivo ha riposto in lui la fiducia per ottenere il massimo dai giocatori giovanissimi come Alexandru Cicâldău e Mostafa Mohamed. Sono passati più di due anni dall’ultimo trofeo del Galatasaray quando venne battuto l’Akhisarspor in Supercoppa dopo aver vinto lo scudetto 2018/19, e gli arrivi di Victor Nelsson, Sacha Boey e Patrick van Aanholt aiuteranno sicuramente nella nuova corsa al titolo. L’esperienza di Terim e la qualità della squadra dovrebbero avere un peso importante.

Fenerbahçe

Il Fenerbahce sta compiendo passi in avanti verso il raggiungimento di un nuovo titolo nazionale che manca ormai da sette anni, ciò sta succedendo proprio grazie all’aggiunta di grandi nomi come Mbwana Samatta e Mesut Özil. Cinque anni dopo essersi separato dal club, Vítor Pereira è tornato al club come allenatore. Con gli acquisti di Serdar Dursun, il capocannoniere della Bundesliga-2 la scorsa stagione, o Kim Min-jae, uno dei migliori difensori della Super League cinese la scorsa stagione, il Fener spera di esser coperto nelle aree più importanti del campo.

Trabzonspor

Il Trabzonspor ha passato gli ultimi anni a cercare di costruire un progetto a lungo termine con giovani talenti promettenti, ma la fame struggente di gloria immediata li ha costretti a cambiare strategia. Solo il Galatasaray ha subito meno gol del Trabzonspor la scorsa stagione, ma nonostante la solidità difensiva, si è sentita l’assenza di Alexander Sørloth in attacco, che ha segnato 29 gol nella stagione 2019/20 prima di partire per il Lipsia.

Sivasspor

Il Sivasspor cercherà di ripetere le imprese della scorsa stagione e sigillare anche una progressione alla European Conference League. Il Sivasspor è tornato in Super Lig e da allora ha chiuso tra le prime cinque posizioni in due stagioni consecutive; cosa più importante, è stata la squadra turca più forte nella competizione europea. Indipendentemente dagli infortuni o dalle partenze che hanno subito, il gruppo di Riza Çalimbay ha continuato a fare molto seppur con risorse limitate, e si prevede che gli acquisti di Pedro Henrique, Dimitrios Goutas, Sefa Yilmaz, Koray Altinay, Okechukwu Azubuike e Leke James possano aiutarli ad aumentare il loro livello.

Hatayspor

L’Hatayspor ha raggiunto la Super Lig per la prima volta nel luglio 2020 ed è riuscito a lottare per il calcio europeo con i più grandi club turchi, il che ha alzato le aspettative in vista della loro seconda stagione. Aaron Boupendza, attaccante del Gabon, ha segnato 22 gol in 36 partite di campionato la scorsa stagione ed è improbabile che il club possa trovare un sostituto di qualità sufficiente. Tuttavia, il mantenimento dell’ex attaccante del Manchester United Mame Biram Diouf e gli acquisti di Samuel Adekugbe, Mehdi Boudjemaa, Emre Çolak e Saba Lobzhanidze ci permettono di credere che la squadra possa finire ai massimi livelli del la Super Lig.

Alanyaspor

Da Vágner Love a Emre Akbaba, da Merih Demiral ad Anastasios Bakasetas, i tifosi dell’Alanyaspor hanno continuamente visto strappare le stelle della propria squadra dai più grandi club turchi, e questa estate non è stata diversa: Salih Uçan, Steven Caulker, Berkan Kutlu e Georgios Tzavellas. Çağdaş Atan ha assunto l’incarico di allenatore il 12 agosto 2020 e da allora ha raccolto 1,58 punti a partita, anche se non è stato in grado di guidarli oltre lo scoglio Rosenborg in una gara di qualificazione all’Europa League.

Fatih Karagümrük

Dopo aver condotto l’Alanyaspor a un inizio impressionante che li ha visti sfidarsi in vetta alla classifica, Francesco Farioli ha lasciato il suo incarico di assistente ed è stato nominato allenatore del Fatih Karagümrük, diventando il manager più giovane d’Europa a 31 anni. La scorsa estate si sono uniti alla squadra Jimmy Durmaz, Lucas Biglia, Yannis Salibur, Ervin Zukuanovic ed Eric Lichaj.

Gaziantep

Con l’arrivo di un nuovo presidente e allenatore, il Gaziantep intraprenderà una stagione di transizione sotto Erol Bulut. I trasferimenti di Gaziantep non hanno generato grandi emozioni tra i tifosi del club, anche se l’arrivo dell’attaccante cileno Ángelo Sagal potrebbe fornire una spinta in attacco.

Göztepe

Dopo aver interrotto un’assenza di 13 anni ed essere tornato in Super Lig nel 2017, il Göztepe ha concluso al sesto posto prima di evitare la retrocessione di un solo punto nel 2018/19, ma da allora ha raggiunto la stabilità attorno al decimo posto in classifica. Il centrocampista sloveno David Tijanić è arrivato da Raków Częstochowa per la cifra record del club di 2,5 milioni di euro, mentre gli arrivi di Dino Arslanagić e Kahraman Demirtaş dovrebbero riempire il posto vacante nella difesa centrale lasciato dall’uscita di Alpaslan Öztürk al Galatasaray.

Konyaspor

Le ultime stagioni hanno visto il Konyaspor regredire a metà classifica e il nuovo consiglio direttivo cercherà di riportare l’Anatolian Eagle tra i primi cinque posti. L’uscita di Marko Jevtović per l’Al Ahli è sicuramente un duro colpo, ma hanno mantenuto il resto della squadra e si sono aggiunti gli acquisti di Paul-José M’Poku, Serdar Gürler ed Endri Cekiçi.

Istanbul Başakşehir

Diversi senatori del club come Giuliano de Paula e Mehmet Topal hanno lasciato il club, mentre giocatori come Ahmed Kutucu, Lucas Lima e Peter Zulj cercano di mettere in mostra le qualità necessarie per migliorare il traguardo della scorsa stagione. Ad ogni modo, qualora la sconfitta nella giornata di apertura contro l’Alanyaspor fosse indicativa, significherebbe che non sono ancora pronti per la sfida scudetto.

Aykur Rizespor

Tra le fila di questo club turco ci sono alcuni grandi nomi, ma molti sono negli anni del tramonto della propria carriera, come l’ex attaccante del Chelsea Loïc Rémy, veterano della Premier League. Il 34enne francese ha segnato 7 gol nella stagione precedente, anche se gli infortuni e Father lo hanno visto retrocedere rispetto ai livelli che aveva fissato a Newcastle e Marsiglia. Gli acquisti di Gökhan Gönül e Alper Potuk forniranno un certo grado di esperienza e leadership, anche se il manager Bülent Uygun dovrà tirare fuori un altro coniglio dal cappello se vuole far fronte alla mancanza di risorse economiche.

Kasimpaşa

Da quando sono tornati nella massima serie nel 2012, i Kasımpaşa sono stati contrassegnati come una delle potenziali rivelazioni della lega, sfoggiando talenti del calibro di Ryan Babel ed Eren Derdiyok, ma nonostante astuti acquisti, non sono mai stati in grado di irrompere in Europa e convalidare l’hype.

Malatyaspor

Il Malatyaspor ha ceduto il difensore dello Zimbabwe Teenage Hadebe alla Houston Dynamo ed ha perso diversi giocatori a parametro zero, ma ha ingaggiato il centrocampista scozzese Stevie Mallan dall’Hibernian ed ha concluso un contratto per Benjamin Tetteh dopo che l’attaccante ghanese ha segnato 6 gol e 6 assist in prestito di Sparta Praga. Tenere il talismano offensivo veterano Adem Büyük dopo il suo bottino di 17 gol e 4 assist dovrebbe essere sufficiente per vederli rimanere nella prima divisione di Super Lig.

Antalyaspor

L’Antalyaspor ha raggiunto ancora una volta la finale di Coppa e sebbene non sia stato in grado di imporsi, ha lasciato un’impressione positiva contro il Beşiktaş. Mert Yilmaz (21) e Sherel Floranus (22) si sono uniti dal Bayern Monaco e dall’Heerenveen per sostituire i partenti Nazim Sangaré, Omer Imeri (20), Gökdeniz Bayrakdar (18) e Dogukan Özkan (20). Questo cambiamento dovrebbe vedere l’Analtyaspor diventare una delle squadre da tenere maggiormente d’occhio in campionato, con i loro nuovi arrivi che si uniscono ai due talenti di Bünyamin Balci e Gökdeniz Bayrakdar.

Kayserispor

Combattere contro la retrocessione è diventato un qualcosa a cui il Kayserispor si è adattato nel corso degli anni, un caso enigmatico dato il potere economico della società. Gli arrivi di Majid Hosseini e Lionel Carole daranno maggiori garanzie in difesa, mentre Carlos Mané dovrebbe offrire velocità e astuzia in attacco dopo essere arrivato dal Rio Ave.

Altay

L’allenatore della squadra Denizl è l’unico ad aver vinto lo scudetto con tre squadre diverse: Fenerbahçe, Galatasaray, Besiktas. Gli arrivi di Martin Rodríguez, giocatore di punta della squadra cilena del Colo-Colo, e Daouda Bamba, che ha segnato 16 gol nelle ultime due stagioni per la squadra norvegese dell’SK Brann, hanno aumentato l’eccitazione dei tifosi completando una squadra che contava già su Marco Paixão, capocannoniere della seconda divisione turca negli ultimi tre anni.

Giresunspor

Alexis Pérez è arrivato a parametro zero unendosi agli altri arrivi di Orkun Kocuk, Flávio e Fousseni Diabaté che daranno una considerevole spinta in termini di potenza di fuoco della squadra. L’allenatore, Hakan Keleş, ha poca esperienza, ma i calciatori del Giresunspor non hanno nulla da perdere ed apprezzeranno sicuramente la possibilità di giocare in uno dei più grandi palcoscenici del calcio turco.

Adana Demirspor

Spendere milioni per stelle in declino e grandi nomi è tutt’altro che una strategia da scartare in Turchia. Tornato in Super Lig dopo un’assenza di 26 anni, il club ha ingaggiato Mario Balotelli, Britt Assombalonga, Younès Belhanda, Lucas Castro, Arijanet Muric, David Akintola, Metehan Mimaroglu, Birkir Bjarnason, Jonas Svensson e molti altri. È una squadra attraente sulla carta, ma sarà comunque un compito difficile per Samet Aybab controllare lo spogliatoio e garantire sicurezza in termini di risultati.

Related posts
Strategie

I migliori talenti della J1 League giapponese nel 2021

5 Mins read
Di questi tempi si parla spesso dei grandi trasferimenti che caratterizzano la prima divisione giapponese, la J1 League, e a tal proposito soprattutto dei talenti che l’hanno lasciata per cercare fortuna in Europa. Ebbene, oggi…
Strategie

Scout report: effetti dei trasferimenti di mercato nell’Atalanta

6 Mins read
Gian Piero Gasperini e la sua Atalanta non hanno iniziato la nuova stagione con la consueta sicurezza e costanza. Sebbene si siano sempre affermati come una delle migliori squadre di Serie A negli ultimi anni…
Strategie

Guida ai tornei di SorareData

5 Mins read
Come abbiamo già potuto vedere in un precedente contributo, SorareData è un’importante utility che riporta i dati tecnici di praticamente tutto ciò che accade in ogni partita di calcio che viene supportata dalla piattaforma di…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *