Strategie

Tottenham: interessanti cambi di formazione in vista

4 Mins read

Antonio Conte allo stato attuale ha sette giocatori del suo Tottenham indisponibili tra infortuni e pandemia da Covid-19, quindi avrà bisogno che si facciano avanti in maniera concreta altre riserve qualora se ne presentasse la necessità nelle prossime partite. E chissà, proprio questi outsiders potrebbero rivelarsi i nuovi colpi fortunati per i fantallenatori di Sorare.

Situazione del Tottenham in Premier League

I cd. “Lilywhites” sono stati colpiti da un’epidemia di Covid, che ha afflitto un certo numero sia di giocatori che dello staff tecnico. Scenario tutt’altro che l’ideale per l’allenatore italiano, visto anche un dicembre ricco di impegni importanti per gli Spurs, proprio mentre stavano iniziando a guadagnare nuovo slancio sotto la guida di Conte. Il Tottenham è attualmente quinto in Premier League, a soli due punti dal quarto posto del West Ham ed è secondo nel proprio girone di Europa Conference League, con una partita da giocare.

L’arrivo di Conte ha portato entusiasmo a tutto l’ambiente del nord di Londra, con il 52enne che ha già fatto registrare per la sua squadra un pareggio in campionato e tre vittorie. I miglioramenti sono evidenti, sia dentro che fuori dal campo. Resta da vedere quanti affari di mercato l’italiano sarà libero di fare a gennaio, ma è probabile che vorrà mettere a punto sia entrate che uscite per cercare di migliorare l’attuale squadra del Tottenham. In vista della vittoria per 2-0 sul Brentford,

Dichiarazione dell’allenatore Antonio Conte

Conte ha commentato l’imminente finestra di mercato e ciò che sarà necessario fare fino ad allora “Gennaio è molto lontano, dobbiamo concentrarci su questo mese perché questo mese giochiamo tante partite“, ha ammesso.

Sono totalmente concentrato sulla squadra per tirare fuori il meglio dai miei giocatori, anche per fare le giuste valutazioni di tutta la rosa. Le mie aspettative sono di migliorare, migliorare in ogni singolo aspetto, in modo da lavorare sia tatticamente che fisicamente che mentalmente. Dobbiamo fare tante partite e ho bisogno di tutti i giocatori. Conto su tutti loro. Ho fiducia in questi giocatori e stiamo lavorando, stiamo lavorando bene“, ha aggiunto Conte. Il boss degli Spurs ha chiaramente indicato di riporre pieno affidamento sui propri giocatori al fine di superare il fitto programma di fine anno. Cosa che tuttavia ora potrebbe essere un po’ più difficile viste le assenze.

Giocatori del calibro di Steven Bergwijn, Giovani Lo Celso e Cristian Romero hanno già saltato le partite in questa stagione a causa di un infortunio, con gli ultimi due ancora non aggregatisi alla squadra. Conte di conseguenza ha già dovuto ruotare il proprio XI titolare per diverse partite. Con la serie di partite che ha il Tottenham, questo potrebbe solo aggravarsi come problema, dunque vediamo assieme i giocatori per reparto che avranno bisogno di farsi avanti per il nuovo allenatore.

Reparto difensivo del Tottenham

Con infortuni e squalifiche già registrati in questa stagione, Conte ha ruotato la difesa da tre a cinque dietro, ed ha dato a diversi difensori la possibilità di mettersi in mostra e giocare un buon minutaggio.

Japhet Tanganga e Davinson Sanchez hanno entrambi avuto la possibilità di sostituire Romero e siccome l’argentino sarà fuori fino al 2022, e questa è una grande occasione per entrambi di dimostrare che meritano un posto fisso nell’undici titolare. Entrambi i difensori hanno iniziato due partite ciascuno come difensore centrale destro e Tanganga è subentrato al posto di Emerson Royal contro il Norwich, in quanto il brasiliano era malato per l’incontro.

È probabile che entrambi avranno la possibilità di giocare, a causa delle partite regolari, ma visto che il colombiano ha qualche anno in più di esperienza, e vista la sua prestazione di domenica scorsa, potrebbe partire più in alto nelle gerarchie.

Joe Rodon è stato sfortunato a non ottenere più tempo di gioco in questa stagione, facendo solo sei presenze in tutte le competizioni, ma Conte ha già detto che il gallese sta gareggiando con Eric Dier per un posto nella linea di difesa, con il 27enne che sta facendo un buon lavoro tra i tre difensori. I terzini Sergio Reguilon ed Emerson Royal si stanno adattando bene ai propri ruoli, con il primo che ha già segnato un gol in campionato e messo a segno tre assist. Anche atleti del calibro di Tanganga, Matt Doherty e Ryan Sessegnon possono ricoprire queste posizioni, con gli ultimi due entrati nella vittoria per 3-0 sul Norwich di domenica che potrebbero essere richiamati nuovamente in futuro.

Centrocampo

Il centrocampo ha probabilmente causato i maggiori problemi della stagione e richiederà un lavoro molto intenso per coloro che hanno l’ambizione di farsi avanti e scalare le gerarchie.

Pierre Emile Hojbjerg e Oliver Skipp sono stati i due centrali scelti con regolarità, fungendo da scudo davanti alla difesa. Entrambi hanno ricevuto alcune critiche nella passata stagione per la mancanza di talento offensivo, ma il danese ha agito da vero leader in mezzo al campo e Skipp sta eclissando un certo numero di suoi compagni di squadra con le recenti ottime prestazioni. Con l’enorme quantità di partite in arrivo, c’è il rischio di lesioni e di stanchezza per il duo, e ciò potrebbe richiedere una determinata rotazione tra i compagni.

Tanguy Ndombele, Harry Winks, Giovani Lo Celso ed anche Dele Alli potrebbero ottenere un cenno del capo per sostituire uno dei titolari di centrocampo per alcune partite, sebbene Lo Celso e Alli siano spesso impiegati più avanti nello schieramento. Ad ogni modo sono questi quattro, tra gli altri, che hanno bisogno di un grande passo avanti nelle relative prestazioni, viste le diverse esibizioni insufficienti e l’incapacità di impressionare quando ne hanno avuto la possibilità.

L’attacco del Tottenham

La mancanza di gol è stato uno dei problemi principali verificatisi sotto la guida di Nuno Espirito Santo, ma la cosa è già migliorata con Conte, grazie a cinque gol segnati in due partite di Premier League ed un solo gol subito nelle tre di cui l’italiano è stato incaricato.

Con Harry Kane ancora lontano dalla forma strabiliante alla quale ci ha abituati sotto porta, è stato bello vedere altri giocatori trovare il fondo della rete, con Heung-min Son, Lucas Moura, Sanchez, Hojbjerg e Reguilon che hanno tutti segnato nelle ultime partite. I primi tre titolari d’attacco sarebbero Son, Kane e Moura, con Conte che ha già ammesso di non poter fare a meno di Kane. Sebbene tale prima linea offensiva stia migliorando e creando più minacce negli ultimi metri di campo, l’italiano avrà bisogno di ulteriore qualità in profondità.

Steven Bergwijn, Bryan Gil, Lo Celso e Alli possono tutti giocare nelle predette posizioni avanzate, ma tra infortuni, malattie e prestazioni insufficienti, sarebbero difficilmente selezionati tra le prime scelte dall’allenatore, anche se ora potrebbe esservi davvero costretto. I giocatori degli Spurs dovrebbero voler fare questo tipo di passo in avanti ed ottenere un minutaggio di gioco più continuativo soprattutto visto il contrattempo dovuto all’epidemia da Covid-19.

Alcuni dei convocati hanno già incensato l’allenamento duro e dettagliato nei minimi particolari di Conte, e ciò su cui si sta effettivamente lavorando in allenamento sembra già essere stato mostrato in partita, quindi l’italiano ha già avuto un impatto molto positivo sulla sua squadra in un solo mese dal suo insediamento nella capitale britannica.

Related posts
Strategie

Giovani prospetti ai mondiali di Qatar 2022

4 Mins read
Il Qatar ospiterà la Coppa del Mondo alla fine dell’anno e, come in ogni Coppa del Mondo, ci saranno moltissimi giocatori interessanti. Sebbene quelli che leggerai in questo pezzo non sono certamente i più economici,…
Strategie

Liverpool: analisi della rosa 2021-2022

5 Mins read
Finora il Liverpool ha segnato il maggior numero di gol in Premier League in questa stagione. Raggiungere la cifra di 75 ha richiesto contributi da ogni posizione del campo. Finora, 17 giocatori diversi dei Reds…
Strategie

Analisi dei talenti del PSG stagione 2021/2022

4 Mins read
Con gli acquisti di Achraf Hakimi e Gianluigi Donnarumma rispettivamente dai team più in vista della Serie A quali l’Inter e il Milan, oltre a Sergio Ramos dai giganti della LaLiga del Real Madrid, Georginio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.